Domenica 5 Maggio tra neve a quote basse e calo termico: facciamo il punto

Sarà per molti aspetti una Domenica 5 Maggio atipica, con neve a quote molto basse per il periodo nonché un marcato calo termico sulla nostra regione. Vediamo il dettaglio.

Dopo esserci avvicinati per gradi, con la consueta ponderazione necessaria nelle valutazioni meteorologiche, possiamo confermare il peggioramento che ci coinvolgerà domani, Domenica 5 Maggio. Si tratterà sicuramente di un evento degno di nota, sia per la dinamica, sia per il fatto che la neve scenderà fino a quote piuttosto basse.

La nostra previsione

La discesa di una massa d’aria d’estrazione artico-marittima sul bacino del Mediterraneo, favorirà un marcato peggioramento delle condizioni meteo anche sulla nostra regione Domenica 5 Maggio.

Già la giornata di Sabato mostrerà le prime avvisaglie, con instabilità localizzata in orario pomeridiano, mentre nella nottata verso Domenica precipitazioni diffuse tenderanno ad interessare la nostra regione a partire dalle aree occidentali, estendendosi agli altri settori nella mattinata.

Tra notte e mattina le precipitazioni più consistenti sono attese tra Piacentino, Parmense e Reggiano, nevose inizialmente dai 700m con quota neve in calo fin sui 400/500m. 

Precipitazioni in estensione verso le aree centro-orientali, perlopiù moderate o a tratti più intense e localmente temporalesche. Neve moderata in Appennino, con locali temporali nevosi, quota neve sui 500/600m. Più asciutto, con qualche breve rovescio o piovasco, sulla Romagna, ove in prima mattinata permarranno ancora venti miti sud-occidentali.

A partire dalle ore centrali di giornata, l’ingresso dell’aria fredda si farà più prorompente, con rinforzo della ventilazione dai quadranti settentrionali e raffica tesa/forte lungo la costa. Forti raffiche alle quote più alte. 

Nella seconda parte di giornata le precipitazioni interesseranno principalmente le aree centro-orientali, con neve sui rilievi dai 400/500m, anche se non si esclude, specie verso sera, un calo della quota neve sui 300m sul versante Romagnolo. Nelle ore centrali di giornata, contestualmente ai fenomeni più intensi, potrebbero verificarsi locali temporali capaci di far nevicare anche sotto i 300m, sebbene senza la capacità di dar luogo ad accumuli.

Dove cadrà la neve?

La neve potrà risultare abbondante in Appennino, soprattutto sulle vette e alle quote più alte. Cadrà comunque almeno dai 500/600m di quota, a tratti più in basso, fin sui 3/400m nella seconda parte di giornata. Inoltre, in caso di temporali più intensi non si esclude qualche locale episodio nevoso più in basso ma senza accumulo.

Cosa si intende per “più in basso”? Beh, sicuramente l’area pedecollinare, al di sotto dei 300m di quota, ma localmente, seppur con probabilità più bassa, le zone dell’alta pianura. In ogni caso, si tratterebbe di rovesci nevosi isolati e non capaci di produrre accumuli.

Oltre i 700m potremo registrare accumuli rilevanti, specie sul settore appenninico centro-orientale, con punte di 25-50 cm. Possibile oltre mezzo metro di neve a partire dai 1000 metri di quota.

Deciso calo termico

Il peggioramento sarà accompagnato da un deciso calo termico su tutta la regione, specialmente sull’Emilia e in particolar modo sull’Appennino. Infatti, laddove tra Venerdì e Sabato la mite ventilazione sud-occidentale ha favorito valori massimi oltre i +16°C, Domenica si registrerà una differenza anche di oltre 10°C.

Altrove differenze di 5-8°C, variazione più contenuta lungo la costa, dove si avranno i valori più elevati di giornata, che comunque faticheranno a superare i +10/12°C.

La ventilazione si disporrà dai quadranti settentrionali, risultando moderata su tutta la regione con rinforzi lungo la costa e in Appennino. In tali aree si potranno registrare raffiche forti, si raccomanda quindi di prestare molta attenzione.

Il moto ondoso sarà in aumento con mare fino a mosso sotto costa e molto mosso al largo.

Ricordiamo che sarà una Domenica piuttosto DINAMICA. Sarà fondamentale il monitoraggio in tempo reale per i rovesci che potrebbero dar luogo ad episodi nevosi fin sulla pedecollinare/alta pianura come indicato nel dettaglio neve. 

 

Le condizioni risulteranno avverse sull’intero territorio regionale, si raccomanda pertanto massima attenzione e di rispettare le disposizioni della Protezione Civile.

Seguici su @CentroMeteoEmiliaRomagna