Focus neve 12 Dicembre: ecco le zone coinvolte

Siamo giunti agli ultimi aggiornamenti prima del passaggio perturbato che ci riguarderà dalla prossima serata/notte. Concrete le possibilità di neve fin sulle zone di alta pianura. Vediamo insieme la situazione.

Gli ultimi aggiornamenti confermano quanto scritto nei recenti bollettini ed articoli sul nostro sito: un passaggio perturbato atteso dalla serata odierna sarà capace di dar luogo a nevicate sulla nostra regione. I fenomeni più consistenti, con relativo accumulo, sono attesi dai 200 m in Emilia e dai 300 m in Romagna, tuttavia rimangono concrete le possibilità di neve anche in pianura.

Non tutte le zone pianeggianti avranno le medesime possibilità, in ogni caso si tratterà di neve senza accumulo oppure con valori molto scarsi.

Prima fase del peggioramento: notte del 12 Dicembre

Il peggioramento avrà inizio già dalla tarda serata odierna, verso la notte di Giovedì 12 Dicembre. Precipitazioni che si estenderanno dal Piacentino verso Est, con quota neve in progressivo calo. Le province di Piacenza, Parma e Reggio Emilia vedranno l’instabilità più consistente tra la notte e la prima mattinata, con precipitazioni che potranno assumere carattere nevoso fin sulle zone di alta pianura. Sulle zone della bassa rimane più probabile pioggia mista a neve, solo in caso di fenomeni puntualmente più intensi si ritiene possibile qualche temporanea fioccata.

Accumuli in area pianeggiante assenti o solo di qualche centimetro, mentre potranno divenire discreti dai 200 m di quota in su. Su tale settore è attesa l’attenuazione e il successivo esaurimento delle precipitazioni già nel corso della mattinata.

Seconda fase del peggioramento: mattina del 12 Dicembre

La situazione più delicata riguarda il settore centro-orientale, che vedrà la fase “clou” del peggioramento nel corso della mattinata di Giovedì 12 Dicembre.

Se per i rilievi il contesto risulta abbastanza delineato, con neve che potrà assumere carattere moderato e determinare un discreto accumulo da quote collinari(300 m), per le zone di pianura bisogna prestare molta attenzione.

A 1360 m si oscillerà tra i -3°C e i -5°C, mentre a 480 m tra -2°C e 0°C. Al suolo avremo temperature attorno allo zero o leggermente positive. Tuttavia l’analisi della modellistica ci permette di tracciare una discreta probabilità di precipitazioni nevose anche su alta pianura Modenese e Bolognese, con fiocchi che in caso di fenomeni moderati potranno spingersi fin sulla bassa. In seguito possibili fioccate su Ferrarese meridionale, interno Ravennate e Forlivese. Sulle aree di bassa pianura in prossimità del Po probabile pioggia mista a neve.

Possibili accumuli di qualche centimetro sulle zone di alta pianura tra Modenese e Bolognese, con fiocchi anche in città. Tra Cesenate e Riminese molto dipenderà dall’intensità delle precipitazioni. Attualmente si ritiene probabile neve mista a pioggia tra pianura Cesenate e Riminese, fin sulla costa. Temporanee fioccate sulle medesime aree solo in caso di fenomeni moderati.

Attenuazione e successivo esaurimento delle precipitazioni entro il primo pomeriggio.

Non perdetevi i prossimi aggiornamenti!

Consulta il nostro bollettino aggiornato

Seguici su Instagram

Non perdere i nostri aggiornamenti sul canale Telegram