Forti temporali attesi nel pomeriggio, la situazione

L’instabilità si incrementerà da metà pomeriggio, dopo una mattinata che vedrà nuvolosità irregolare, a tratti più compatta e foriera di qualche piovasco. Possibili forti raffiche di vento e grandine, si raccomanda la massima attenzione.

 

Peggioreranno le condizioni sulla nostra regione in maniera piuttosto marcata da metà pomeriggio, a partire dai settori occidentali.

Difatti, tenderanno a formarsi temporali anche severi e tendenzialmente organizzati in strutture multicellulari (probabile la formazione di un MCS, Mesoscale Convective System, o di QLCS, Quasi-Linear Convective System). Col passare delle ore essi muoveranno verso Est, andando a coinvolgere gran parte delle aree di pianura. 

I fenomeni più intensi, anche in termini di grandine e raffiche di vento, saranno tanto più probabili quanto ci si avvicinerà alla bassa pianura emiliana.

Tra tardo pomeriggio e prima serata, i temporali tenderanno ad avvicinarsi ai settori orientali della regione, laddove si potranno generare ulteriori rovesci tra Romagna e Ferrarese, ad anticipare il sistema temporalesco stesso. Tali rovesci potranno assumere carattere localizzato a seconda della convergenza dei venti da Sud-Est e in uscita dal temporale.

Entro la prima serata il sistema temporalesco giungerà su Ferrarese orientale e Romagna, potendo risultare particolarmente severo, specie tra la provincia Estense e il Ravennate.

Rimarrà più a margine la fascia collinare e appenninica Emiliana, mentre quella Romagnola potrebbe vedere nel corso del pomeriggio locali rovesci in moto dall’Appennino verso pianura e costa.

Comunque si conferma il coinvolgimento dapprima di Piacentino e Parmense(metà/tardo pomeriggio), in seguito Reggiano, Modenese e Bolognese(tardo pomeriggio), infine Ferrarese e Romagna(tardo pomeriggio-sera*).

*In riferimento al passaggio della struttura temporalesca probabilmente organizzata in sistema multicellulare, in quanto sulla Romagna saranno possibili veloci rovesci pomeridiani dai rilievi alla costa.

Attenzione al vento e al rischio grandine!

Le criticità maggiori saranno rappresentate dalle forti raffiche di vento e dalla possibilità di grandine anche di rilevanti dimensioni.

Saranno le zone prossime all’asta del Po e i settori orientali a vedere il più elevato rischio di fenomeni intensi, anche per via delle convergenze che si innescheranno al passaggio dei temporali. Tuttavia, anche nelle restanti aree di pianura non si esclude tale possibilità. La differenziazione è semplicemente data sulla base della probabilità di accadimento.

Saranno probabili downburstslocalmente estesi. Non si esclude, seppur con difficile predicibilità, l’eventuale formazione di fenomeni vorticosi in prossimità della costa o, più probabilmente, su sede marina.

Per quanto riguarda il vento, attese raffiche sui 70-90 Km/h, ma con raffiche che potrebbero raggiungere i 100-120 Km/h. Si stima quindi una buona possibilità di danni e disagi connessi con l’intensità delle raffiche. 

Lo staff di Centro Meteo Emilia Romagna ricorda…

  • È presente un’allerta di Protezione Civile che puoi consultare cliccando qui.
  • Seguiremo la situazione in tempo reale, non esitate a inviarci le vostre segnalazioni!
  • Si raccomanda attenzione, in quanto i fenomeni potranno risultare severi e potenzialmente capaci di arrecare danni e disagi.

Non dimenticare di seguirci su Instagram: @CentroMeteoEmiliaRomagna