Giugno 2019 è il secondo più caldo di sempre in Italia

Giugno 2019 è il secondo più caldo di sempre a livello nazionale, superato solo dal “famigerato” Giugno 2003. È quanto confermato dai dati ISAC-CNR, vediamo insieme il dettaglio.

Giugno 2019 è il secondo più caldo di sempre a livello nazionale. Ci eravamo già accorti di quanto fosse risultato caldo il primo mese dell’estate e i dati confermano appunto la “sensazione”. Molto marcata l’anomalia, pari a +3.30°C rispetto la media 1971-2000. In poche parole, l’unico mese risultato più caldo è stato quello della “famosa” estate 2003.

Inoltre bisogna sottolineare come sia preoccupante il trend del riscaldamento globale: se è vero che il singolo evento(quindi il mese) non può attribuirsi al clima, Giugno va ad aggiungersi a un’andamento oramai consolidato. Il mese di Maggio, la cui anomalia è risultata meno pronunciata a livello di temperature rispetto quella di Giugno(difatti fu di 1.58°C sotto la media, contro un’anomalia di circa il doppio, seppur in questo caso positiva), è stato solo una breve parentesi.

Bisogna anche aggiungere che il podio è completato dal Giugno 2017, con l’anomalia di +3.22°C, mentre al quarto posto vi è il Giugno 2012 e la “sua” +2.57°C.

In poche parole, 3 degli ultimi 4 mesi di Giugno più caldi si son registrati dopo il 2010, mentre i primi 4 sono tutti post-2000.

Il dato è sicuramente significativo, proprio perché rappresenta, a differenza ad esempio di Maggio, non un singolo episodio, ma uno dei tanti, appartenenti ad un unico andamento. E l’aumento di frequenza di mesi più caldi della media è un dato inequivocabile.

Un mese molto siccitoso, con un deficit del 75% rispetto alla media a livello nazionale. Per quanto riguarda la nostra regione, un unico giorno di pioggia, Sabato 22, che sarà sicuramente ricordato per gli intensi temporali, con tanto di grandine, che han interessato buona parte del territorio regionale.

Seguici su @CentroMeteoEmiliaRomagna