Prima il caldo, poi nuovo rischio temporali

Continua all’insegna della variabilità questa prima decade di Agosto, con la nuova settimana che vedrà inizialmente una fase più calda a cui seguirà, probabilmente Giovedì, un veloce peggioramento. Vediamo la tendenza.

Dopo i forti temporali di Venerdì 2 Agosto, il fine settimana sta vivendo condizioni prevalentemente soleggiate su tutto il territorio regionale. Vediamo insieme come sarà la prossima settimana.

La presenza di un campo d’alta pressione abbastanza solido garantirà stabilità e cieli sereni o poco nuvolosi nelle giornate di Lunedì 5 e Martedì 6, quando le temperature saranno in aumento, specie in pianura. 

In tal senso, saranno possibili picchi di +34/35°C, specie nelle aree interne della pianura centro-orientale. Nella giornata di Mercoledì 7, una maggior presenza di nuvolosità alta e stratificata potrebbe favorire una leggera flessione di un paio di gradi sull’Emilia occidentale, mentre sarà più caldo sui settori orientali. Attenzione alla Romagna, che nelle zone interne potrebbe vedere picchi di +35/36°C per via della ventilazione da Sud-Ovest. Sarà la cosiddetta ventilazione “di caduta dall’Appennino”, che favorirà tassi di umidità piuttosto bassi. Il caldo sarà quindi torrido in tali zone. Altrove valori massimi collocati sui +31/33°C per quanto riguarda il settore occidentale, fin sui +34°C su quello centro-orientale.

Possibile veloce peggioramento Giovedì 8 Agosto

A metà settimana, un temporaneo indebolimento dell’alta pressione permetterà a modesti flussi atlantici di lambire l’Italia settentrionale, causando un incremento dell’instabilità.

Per quanto riguarda l’Emilia-Romagna, il tutto si concretizzerà con i possibili temporali di Giovedì 8, la cui dinamica è tuttavia ancora da determinare. Appare probabile però lo sviluppo di rovesci dapprima in Emilia centro-occidentale nella prima parte del pomeriggio per poi giungere su Emilia orientale e Romagna entro la prima serata.

Rapido miglioramento verso Venerdì 9, col fine settimana che dovrebbe vedere il ritorno a condizioni stabili.

Uno sguardo verso lontano…ma con prudenza!

L’attenzione in questi giorni si sposta al Ferragosto ormai prossimo: mancano infatti 10 giorni, e se per i più potrebbe sembrare poco, vogliamo invitarvi alla prudenza. Osservando gli Ensemble, si nota per la prossima settimana(quella che inizia Lunedì 12 Agosto), un incremento della temperatura in quota. Questo sarà da attribuire a un probabile nuovo rinforzo dell’anticiclone, che farà sentire i suoi effetti proprio sin sul Ferragosto.

Cosa succede dopo?

L’incertezza si fa marcata, anche perché siamo oltre i 10 giorni, periodo dopo il quale anche le tendenze perdono di attendibilità. Appare probabile una flessione delle temperature e un incremento dell’instabilità, associato quindi a un eventuale passaggio perturbato di stampo atlantico, la cui dinamica rimane totalmente da definire.

Di conseguenza, ad oggi è impossibile dire che tempo farà a Ferragosto. Invitiamo pertanto a diffidare di chi inizia a spacciare previsioni già da questi giorni, proprio perché l’incertezza presente impedisce di inquadrare la dinamica con precisione. Un conto è dire che sarà probabile un peggioramento verso la metà del mese, un conto è dire precisamente quando.

Potrebbe accadere a ridosso del 15 o magari qualche giorno dopo, tra il 17 e il 20. Dettagli che fan la differenza e che al momento sconfinano nel campo degli indovini(sì, nemmeno delle ipotesi, bensì degli indovini).

Continuate a rimanere aggiornati con noi!

Non dimenticare di seguirci su Instagram: @CentroMeteoEmiliaRomagna