Tendenza

➡ Periodo 21 – 27 settembre: l’alta pressione che ora domina l’Europa Centrale tenderà a migrare verso l’Europa Orientale, mentre avremo un calo della pressione nel Nord-Atlantico, in particolare tra Islanda, Grand Bretagna e Penisola Scandinava. Questo cambio di pattern nella circolazione atmosferica favorirà la discesa di correnti più umide di stampo atlantico verso la nostra Penisola con un ritorno di episodi precipitativi specialmente al Nord e versanti Tirrenici. Il Sud e i versanti Adriatici, maggiormente protetti dalla disposizione sud-ovest > nord-est dell’alta pressione, avranno condizioni mediamente più secche. Nel complesso le temperature sono ancora attese sopra media a causa della disposizione media dei flussi da Sud-Ovest, mentre le precipitazioni sono attese in media o superiori al Nord e Tirreniche del Centro, inferiori alla media al Sud e Adriatiche; in Emilia Romagna ci aspettiamo valori prossima alla media.

➡ Periodo 28 settembre – 4 ottobre: si prevede la presenza di profonde basse pressioni sul Nord-Atlantico tra Islanda e Scandinavia. In queste condizioni è probabile l’azione dell’alta pressione Azzoriana su gran parte dell’Europa Meridionale con condizioni in prevalenza stabili. Nel complesso sono attese temperature sopra media, ma senza eccessi, mentre le precipitazioni sono stimate sotto media.

 

 

Aggiornamento su base ECMWF di mercoledì 16 settembre, prossimo aggiornamento Martedì 22 settembre

Ricordiamo che la tendenza non deve essere intesa come una normale previsione. Partendo dagli scenari medi relativi alla circolazione atmosferica generale prevista su periodi di 7 giorni, si cerca di delineare quali saranno gli scenari meteorologici predominanti su questo lasso di tempo, non riducibile al dettaglio di una singola giornata. Dalla circolazione atmosferica media possiamo cercare di dedurre quanto temperature e precipitazioni potranno discostarsi dalla media climatologica sui periodi presi in esame.