Tornado a Milano Marittima: la dinamica

A seguito di un sopralluogo, proviamo a ricostruire la dinamica di quanto accaduto quest’oggi a Milano Marittima, colpita da severi fenomeni che hanno causato ingenti danni.

A seguito di un sopralluogo effettuato da Ramon Rubino di MeteoRimini,possiamo fare una prima ricostruzione, passibile comunque di ulteriori verifiche ed aggiornamenti, di quanto accaduto in mattinata a Milano Marittima.

Assodato, come riportato in questo aggiornamento, la presenza di un tornado, ecco quella che potrebbe essere stata la dinamica dello stesso.

Lo spostamento della tromba d’aria è avvenuto all’incirca dal Bagno 301, che presenta danni alla torretta di salvataggio(mentre le altre, poste a circa 200m di distanza, sono rimaste intatte). Successivamente deve aver assunto direzione verso Sud-Ovest, interessando la XII e la XIII strada nonché piazzale Genova, dove si son registrati i maggiori danni.

Oltre che dai video che inquadrano lo sviluppo del fenomeno vorticoso, si può dedurre il passaggio del tornado osservando le fotografie dei danni, con alberi, ma anche altre strutture, che sembrano essere intrecciati su sé stessi e di seguito caduti in altra direzione(verso sud-est).

Ciò non esclude il downburst, anzi, appare sempre più plausibile la presenza contestuale dei due fenomeni, in quanto altre foto e video presentano le raffiche lineari tipiche di questo fenomeno, nonché i danni ad esso correlati.

Secondo l’aggiornamento fornito dall’esperto Davide Rosa, da una prima analisi del materiale fotografico raccolto, considerando il percorso più probabile del tornado, si può al momento attribuire la categoria EF1. Al momento rimane una discreta incertezza, relativa a un possibile innalzamento al grado EF2, che potrà essere effettuato in seguito ad ulteriori verifiche.

Immagini a cura di Ramon Rubino.

Seguici su @CentroMeteoEmiliaRomagna